was successfully added to your cart.
Monthly Archives

marzo 2017

8 marzo-Buonanotte Donne

By | Pensieri Liberi, Storia del Costume | No Comments

Dedicato ad una giovane Donna: a mia figlia

Esordisco per ultima in questa giornata campale piena di post, di incontri, di meetings, di cortei e manifestazioni, quasi a voler tirare le somme per me stessa, con un umile pensiero.

Vi ho ascoltati e letti tutti. Uguale per grandi linee tutti gli anni.

C’è tutto, ci facciamo domande e risposte, lanciamo anatemi, sfide, riceviamo mimose, le vogliamo o no, cartoline, belle grafiche, luoghi comuni, non sense, auguri … non si sa poi perché visto che non si guadagna un genere. Al massimo si guadagnano valori se lo si vuole.

Ricordiamo le statistiche che ancora ci portano ad essere vittime di violenza domestica, di dover lottare per avere stesso trattamento lavorativo e sociale di un uomo.

Ricordiamo come tutto questo è estremizzato all’orrore nelle altre culture.

Il Vaticano di tanto in tanto fà un passetto avanti… Amen!

Oggi non è la “Festa della Donna” !  Oggi cerchiamo di ricordare a noi ed agli altri cosa è successo e cosa è questa nostra Storia imposta dalla Cultura.

Quando siamo stati ignoranti tra Bibbia e Vangelo ( ma anche attraverso altri libri) ci hanno raccontato favole e racconti per insegnarci che siamo prima nate da una costola ma che poi siamo da onorare.  Sempre e comunque secondarie. Ma la verità è che una Storia precedente ad Eva c’era. Eva rimpiazzò Lilith che nacque con Adamo e con stessi diritti. Lilith lasciò Adamo appena capi’ che non tirava aria mettendosi addirittura contro il Creatore. Fu’ l’esempio cattivo di donna che non doveva pretendere. Un esempio estremo che nessuno più ci legge. Eva arrivò per darci esempio che nasciamo per accudire Adamo. Ad Adamo fù insegnato di stare attento alla donna, la donna può far sbagliare accetta e porta tentazione ( non ascoltatela troppo, considerazione marginale) .

Non mi dilungo ed arrivo direttamente al mio pensiero in merito.

Abbiamo tutti una responsabilità morale verso noi stessi e verso il futuro: i ns figli.

La donna è quella che dà imprinting culturale di accoglienza ed approccio al sociale, si poi continua l’uomo.

Ma siamo noi a detenere questa forte responsabilità.  Tante sono le donne che si sono messe contro le stesse donne ed al loro cammino, se solo pensiamo che non hanno dato educazione ed esempio morale alle future donne ed ai futuri uomini che le avrebbero incontrate.

Le donne innescano il seme morale nella società.

Nel mio piccolo, spero di dare esempio più che spiegazioni a quanto bisogna essere se stessi e cercare la nostra dimensione per essere migliori.  C’è il tempo del sacrificio e c’è il tempo della crescita. Si cambia e si cresce, proviamo ad evolverci per sentirci liberi. Insegnare la libertà . La libertà che non è altro la possibilità di scegliere. Chi può scegliere è libero. Le parole che ci circondano non sono cattive volontariamente, ma per cultura, per proiezione o reazione delle paure di ognuno. Di come nel tempo si è cercati di difendere.  Il giudizio è ingannevole anche perché non è libero.

Come tutte le ricorrenze la “Giornata della Donna ” bisogna percorrerla, in 365 giorni sono tante le cose da rinfrescare, le cose su cui tirare le somme.   Benvenga anche la giornata delle Donne.

In bocca al lupo a tutte !

roberta patrizia gay pride                   con roberta

 

Vogliamo spingerci nelle teorie ? No … ci sono già studi anche molto molto avanguardisti, non solo sulla parità, ma addirittura sulle dipendenze affettive : … è tutto già stato fatto. Nel 72 la Svezia adottò il manifesto “La famiglia del futuro” . Ecco a voi  “La teoria svedese dell’Amore”  .