was successfully added to your cart.
Category

Storia del Costume

cover blog modadesign (3)

Napoli Moda Design

By | Eventi, Fashion, Storia del Costume | No Comments

cover blog (1)Napoli Moda Design 2017  dal 3 maggio al 14 maggio

Giovedi 4 maggio 2017   Vitrizia è partner dell’evento. Partners

… E cosi in questa  avventura ci siamo anche noi !

Il 3 maggio gran Galà per l’Opening in Villa Pignatelli dove gran parte dei designer esporranno.

Per l’occasione indosserò io stessa una mia creazione per la quale non darò nessuna anticipazione … ma ne sono molto fiera.

Da domani potrete vedere in installazione in Piazza dè Martiri, un’espressione in sinergia con altri designers, di un set wedding vietrese. Di questo posso anticipare che Vitrizia imbandirà la tavola con cappelli che, come di rito, diranno altro !

In seconda posizione Vitrizia è onorata di essere presente in sinergia in Via dei Mille, 61 da “Flover”, ormai un cult a Napoli per il suo gusto e la ricercatezza. Vi sfido a riconoscere le mie creazioni che saranno ben miscelate con i suoi capolavori.

Voglio omaggiare “Flover” citando un suo testo che ci ha unite:

Processed with MOLDIV

“I fiori raccontano segreti che nessuno conosce e che non si potrebbero esprimere in nessun altro modo se non con il gesto di regalarli, toccarli, mangiarli”, aggiungo … e indossarli !  

Un grazie di cuore e con affetto và a Maurizio Martiniello direttore “Napoli Moda Design”, a Rosalia Sestito interior designer riferimento pilastro, ai miei compagni di viaggio per l’installazione in Piazza dè Martiri, alla titolare di “Flover” che mi ha aperto le porte della sua prestigiosa location.

Venite a passeggiare in questi giorni a Chiaia , è una grande kermesse!

Negozi Aderenti

Conferenza Stampa

#followthewhiterabbit

e stasera si brinda …Simona-Ventura2

8 marzo-Buonanotte Donne

By | Pensieri Liberi, Storia del Costume | No Comments

Dedicato ad una giovane Donna: a mia figlia

Esordisco per ultima in questa giornata campale piena di post, di incontri, di meetings, di cortei e manifestazioni, quasi a voler tirare le somme per me stessa, con un umile pensiero.

Vi ho ascoltati e letti tutti. Uguale per grandi linee tutti gli anni.

C’è tutto, ci facciamo domande e risposte, lanciamo anatemi, sfide, riceviamo mimose, le vogliamo o no, cartoline, belle grafiche, luoghi comuni, non sense, auguri … non si sa poi perché visto che non si guadagna un genere. Al massimo si guadagnano valori se lo si vuole.

Ricordiamo le statistiche che ancora ci portano ad essere vittime di violenza domestica, di dover lottare per avere stesso trattamento lavorativo e sociale di un uomo.

Ricordiamo come tutto questo è estremizzato all’orrore nelle altre culture.

Il Vaticano di tanto in tanto fà un passetto avanti… Amen!

Oggi non è la “Festa della Donna” !  Oggi cerchiamo di ricordare a noi ed agli altri cosa è successo e cosa è questa nostra Storia imposta dalla Cultura.

Quando siamo stati ignoranti tra Bibbia e Vangelo ( ma anche attraverso altri libri) ci hanno raccontato favole e racconti per insegnarci che siamo prima nate da una costola ma che poi siamo da onorare.  Sempre e comunque secondarie. Ma la verità è che una Storia precedente ad Eva c’era. Eva rimpiazzò Lilith che nacque con Adamo e con stessi diritti. Lilith lasciò Adamo appena capi’ che non tirava aria mettendosi addirittura contro il Creatore. Fu’ l’esempio cattivo di donna che non doveva pretendere. Un esempio estremo che nessuno più ci legge. Eva arrivò per darci esempio che nasciamo per accudire Adamo. Ad Adamo fù insegnato di stare attento alla donna, la donna può far sbagliare accetta e porta tentazione ( non ascoltatela troppo, considerazione marginale) .

Non mi dilungo ed arrivo direttamente al mio pensiero in merito.

Abbiamo tutti una responsabilità morale verso noi stessi e verso il futuro: i ns figli.

La donna è quella che dà imprinting culturale di accoglienza ed approccio al sociale, si poi continua l’uomo.

Ma siamo noi a detenere questa forte responsabilità.  Tante sono le donne che si sono messe contro le stesse donne ed al loro cammino, se solo pensiamo che non hanno dato educazione ed esempio morale alle future donne ed ai futuri uomini che le avrebbero incontrate.

Le donne innescano il seme morale nella società.

Nel mio piccolo, spero di dare esempio più che spiegazioni a quanto bisogna essere se stessi e cercare la nostra dimensione per essere migliori.  C’è il tempo del sacrificio e c’è il tempo della crescita. Si cambia e si cresce, proviamo ad evolverci per sentirci liberi. Insegnare la libertà . La libertà che non è altro la possibilità di scegliere. Chi può scegliere è libero. Le parole che ci circondano non sono cattive volontariamente, ma per cultura, per proiezione o reazione delle paure di ognuno. Di come nel tempo si è cercati di difendere.  Il giudizio è ingannevole anche perché non è libero.

Come tutte le ricorrenze la “Giornata della Donna ” bisogna percorrerla, in 365 giorni sono tante le cose da rinfrescare, le cose su cui tirare le somme.   Benvenga anche la giornata delle Donne.

In bocca al lupo a tutte !

roberta patrizia gay pride                   con roberta

 

Vogliamo spingerci nelle teorie ? No … ci sono già studi anche molto molto avanguardisti, non solo sulla parità, ma addirittura sulle dipendenze affettive : … è tutto già stato fatto. Nel 72 la Svezia adottò il manifesto “La famiglia del futuro” . Ecco a voi  “La teoria svedese dell’Amore”  .

Joy

By | Eventi, Storia del Costume | No Comments

Eccentricità – Altruismo – Fratellanza

Noi amici acquariani alla quinta edizione del Party Zodiacale.

Napoli, 12 febbraio 2017

Intuizione, creatività, tanti ideali e voglia di stare insieme. Cosi Mary e Consiglia Solombrino anche quest’anno mi hanno chiamato all’appello. E cosi che un gruppo di persone intimamente o lontanamente amiche, si unisce per il quinto anno a festeggiare insieme in una data sola, la loro nascita con un unico denominatore.

Uno spunto, un motivo, una scusa ed è un successo di vibrazioni, bottino rappresentativo e gratificante del gruppo .

Questo nostro evento che è nato in case private, organizzato coralmente e condiviso tacitamente,  ha avuto un crescendo di frequentazione e di attesa negli ambienti più disparati della Napoli che pulsa e che ci accoglie.

Quinta edizione ed in 5 organizziamo per abbracciare e mischiarci ad amici personali, comuni o sconosciuti .

Naples Aquarius Party 2017  ed a Mary e Consiglia Solombrino ci siamo sempre noi : Marco, Luigi e Patrizia.  L’organizzazione si sviluppa e si consuma in pochi giorni … in maniera “ intuitiva” alla nostra maniera. Offriamo spazio, musica e drink agli amici che ci vogliono raggiungere e divertirsi con noi !

Ci siamo divisi i compiti sommariamente, chi compra da bere, chi tratta con il gestore del locale i dettagli, chi compra le vettovaglie, il solito gruppo whatsapp funziona sempre e gli acquari sono stati sbrigativi.  Io mi sono occupata un pò della comunicazione, dello spirito, della musica e dei tempi. La torta … la tradizione fino ad ora ha voluto che fosse personale, ognuno spegne le sue candeline sulla sua torta . Ci si avventa poi in modo sparpagliato per tagliarla ed offrirla personalmente a tutti gli amici ed … agli amici di tutti! 

Quest’anno, abbiamo individuato un simpatico “infiltrato” … un palermitano che si è intrattenuto a parlare e ballare con me, successivamente si è fatto passare per un mio invitato . ” Erano le 22,30 di sabato ed ero in camera di fronte al locale. Mi son detto, non esiste proprio che resto in albergo. Voglio conoscere queste persone cosi goliardiche!” . Hai fatto bene “sconosciuto” è lo spirito giusto e sei stato ben venuto!

Fa ingresso in questa edizione il Dress Code “ Flower Power”, citazione ad “Hair” ed allo spirito acquariano ribelle e contestatario ma disposto all’accoglienza  ed a servizio dell’umanità. La tesi dell’Era dell’Acquario ispirò quel film per spiegare lo spirito che anima questo segno verso la comunità .

La serata ribolliva di sorrisi ed abbracci, occasione per stare insieme con persone che difficilmente incontri, che non hai mai potuto incontrare o nuove che non avresti mai conosciuto … come in qualsiasi occasione ? … NO ! No perchè in questo ambiente devi arrivare scevro e senza attriti per uno scambio leggero tra le vite che attraversano questo tempo e questo luogo … e vogliamo crearla noi questa opportunità ! 

Alla consolle DJ Skiro che mi ha sopportata con le mie richieste in playlist. La festa prima disco, poi live music, è arrivata al suo apice con la psichedelia dei Deep Purple e Doors, il rock degli Ac Dc e la british invasion anni 80 con i Depeche Mode e gli Eurythmics … tra le varie anche il techno swing, sempre mixate con musica contemporanea.  Tutti i gusti con misura vengono raggiunti. La band ZioNatal ci ha deliziati gratuitamente con musica live ! Ringraziamo tutti della band !

Il caldo masarma  di amici ci ha cantato “Tanti auguri” in compagnia di Marilyn Monroe che ha dato sensualità al momento, appena abbiamo spento le candeline, le note di “Aquarius” sono partite con un crescendo celebrativo liberatorio. Tutto ci dovete perdonare a noi acquario che vi invitiamo a gioire con noi … anche i coriandoli sulle torte !

Innovativi, sinceri, altruisti, tolleranti, generosi, intuitivi, fantasiosi, creativi, affidabili, idealisti, esploratori, liberi, originali, leali, fidati, contestatori, ribelli, sovvertitori, diplomatici, visionari, rivoluzionari, umanitari, intelligenti, razionali, istintivi, esuberanti, spontanei … chi poteva offrire una serata comune all’insegna della promiscuità, alla tolleranza ed alla gioia di divertirsi insieme ?

Vi rimandano alla sesta edizione, appuntamento ormai atteso diventato un “mustbethere” per la Napoli che vuole vibrare con leggerezza !

Festeggiati:

Luigi Caramiello : professore di sociologia dell’arte e della letteratura, acquario folle e profondo con svariati interessi culturali.

Marco Esposito: Imprenditore, progetta e produce stampanti 3D con il marchio 3DCREA, progettista di impianti e sistemi meccanici.  Ingegno e fantasia.

Consiglia Solombrino: impiegata uffici pubblici , donna densa e passionaria

Mary Solombrino: fisioterapista dal cuore immenso

Patrizia Visone: imprenditrice eclettica, krafter e creativa, titolare del brand “Vitrizia”.

 

festeggiati,

aquario

« È l’undicesimo segno dello Zodiaco, e, chi nasce sotto questo segno è un degno rappresentante dell’Era dell’Acquario. Egli possiede la coscienza sociale necessaria per trasportarci nel nuovo millennio. È altruista, generoso e impegnato nel rendere il mondo un posto migliore.»

aquarius 2

Mia figlia Roberta e la mia amica Maria

«l’Acquario riempie il mondo con i suoi pensieri e le sue idee. Fortunatamente per l’Acquario (e anche per noialtri), egli è quasi un genio, ed è quindi in grado di produrre cose fantastiche. Il suo processo mentale è originale e innovativo.»

io e roby

Roberta ed io

«Alcuni potrebbero pensare che il suo comportamento è piuttosto eccentrico, ma se si tiene conto della sincerità d’animo dell’Acquario, qualche stranezza può anche essere perdonata.»IMG-20170212-WA0001

9

Noi e le esplosioni sulle torte !

Linea Teste Calde “HAIR”

By | Storia del Costume | 2 Comments

Hair

Oggi vi voglio parlare di una delle mie linee di cappelli … l’ “HAIR”.

Mi verrebbe di chiedervi: cosa vi viene in mente ?

“Hair” è una citazione. La versatilità e la semplicità mai banale di chi vuole vivere senza imposizioni.

In effetti è un modello molto versatile, più degli altri, a me fa venire in mente una bella chioma di capelli che esce dall’apertura superiore… ma anche un simpatico taglio corto che si affaccia bizzarro! La stessa inclinatura della creazione gli fa cambiare aspetto, conservando la posizione orizzontale del modello oppure spostarlo indietro e farlo diventare una fascia.

Lo si può indossare senza far uscire i capelli con la sua nota di bon ton. Lo arriccerete intorno al capo a vostro gusto vantando la decorazione laterale.

Ma la potenzialità ingegnosa e pratica è sicuramente la possibilità di tirarlo giù ed usarlo come un particolare scaldacollo . Cucù… Stettè !

Lo immagino in testa ad un centauro che lo alzeranno ed abbasseranno a seconda se hanno il casco o lo tolgono … ho svariate fan con la moto! E quindi togli il casco su il cappello… metti il casco e giù …. lo scaldacollo.

Lo immagino su particolare cappotto a fare shopping o su un trench per correre in ufficio.

Questo è HAIR !

“COME TU MI VUOI “!

ve ne mostro qualcuno :

HRB03-hair-CORDA

HRB16HRB10HRB08HRB05

Hair Luxury nero

Hair Luxury
nero

Hair Basic turchese

Hair Basic
turchese

Hair Basic Rosso

Hair Basic
Rosso

Presentazione Defilè Susi Sposito

The Queen Bride !

By | Eventi, Fashion, Storia del Costume | No Comments

 

Squillino le trombe rullino i tamburi …

Domenica 23 ottobre 2016 all’Hotel San Francesco al Monte Napoli sfileranno le donne coraggiose che ci ricorderanno chi siamo e quanto ci dobbiamo voler bene.

Susi Sposito Fashion Designer napoletana e di talento riconosciuto anche all’Estero, ci racconterà attraverso le sue magnifiche creazioni sposa, quali sono state le donne coraggiose a noi vicine.

Vitrizia è onorata di poterla cosi presentare perchè a Susi piace accompagnarsi, nei sui molteplici progetti di moda e cultura, da donne a cui piace il bello e che riescono a trasformare la vita di ogni giorno in meraviglia.

E cosi in questa sua avventura ci sono anche io.

Presenterò il famoso “TUDOR” cappello/corona per antonomasia.

Corona rinascimentale stile Enrico VIII che si porta un bel carico di storia contro la femminilità purtroppo

Corona che nella mia visione scanzonata e liberatoria fà il verso alla Regina di cuori, personaggio eloquente della letteratura anglosassone nel racconto di Carrol.

Deduciamo cosi il valore di questo maxi cappello di spessore ed ironia per la donna dinamica, moderna e cosmopolita  che è scanzonatorio e di pretesa di riconoscimento ed autocelebrazione.

Sulla passerella di Susi Sposito quindi il TUDOR sarà in versione Wedding e prenderà corpo nel suo concetto più esplicito !  ” I AM A QUEEN “

“Otto regine per otto donne che proveranno a dimostrare che omologarsi a stereotipi non rappresenta la strada maestra.

  • Isabella di Castiglia
  • Caterina di Russia
  • Maria Antonietta
  • Eleonora di Equitania
  • Elisabetta I d’Inghilterra
  • Caterina dé Medici
  • Artemisia di Alicarnasso
  • Cartimandua, regina delle tribù dei Briganti

( cit Susi Sposito)

Un grazie di cuore e con affetto và sempre alla Fashion Designer Susi Sposito . GRAZIE … We are Queens !

Presentazione Defilè Susi Sposito

Presentazione Defilè Susi Sposito

Vitritians !

Le tante facce di Vitrizia ! Le fan !

By | Eventi, Fashion, Storia del Costume | No Comments

Finalmente sono online!

Queste sono alcune delle fan di Vitrizia che hanno seguito negli ultimi anni le mie evoluzioni e che hanno fatto in ultimo parte anche del progetto di Fashion Crowdfunding !

Ecco quanto è stato costituito e creato per soddisfare i gusti delle donne dinamiche, ironiche, autentiche ed audaci che camminano con curiosità le strade della loro vita.

sul sito www.vitrizia.com potrai rimanere sempre aggiornata sulle avventure di Vitrizia, sulle nuove creazioni e sugli eventi.

Stay connected !

VITRIZIA HAS YOU!

ECCO I MIEI RAISER :

Cinzia Ballerino-Napoli, Elsa Marini- Napoli, Caterina Leone-ricercatrice e formatrice teatrale attraverso le sonorità- Napoli, Angelo Buono/ingegnere – Roma, Rosalina Nigro-Napoli, Alfonso Penza/avvocato-Mondovi, Fabio Russo-Media & Trade consulting-Napoli, Mariella Barone-psicoterapeuta-Napoli, Maurizio Manna-Fashion Agent-Napoli, Olga Visone-Owner Le Comarie , Michele Del Prete-Amministratore delegato presso Le Comarie Amministratore delegato presso Raff s.a.s Distribuzione Ricambi Auto-Napoli, Chiara Mazzone Colonna-Insegnante-Artista-Napoli, Cheriva Hendricks-Teacher-Nimega-Paesi Bassi, Sarah Liberti-upcycler-Napoli, Mario Lombi- Administration Consultant-Napoli, Simona Strazzullo- LPC Design owner-Napoli, Anna De Magistris-insegnante-Castellammare di Stabia, Grazia Valenza-insegnante-Napoli, Massimiliano De Giovanni-ingegnere-Napoli, Lello Visone-sarto-Napoli, AnnaMaria Lombi-segretaria di direzione-Napoli, Silvana Iavarone, MariaRosaria Mazzone-insegnante-Napoli, Elisabetta Leo-insegnante-Napoli, Paola Laperuta-operatore turistico-Napoli,Elena Cacciatore-Gyrokinesis Gyrotonic trainer-Napoli,Paolo Pirozzi, Antonio De Feo-bio-architetto-Napoli,Fabio Bencivenga-consulente lavoro-Napoli, Flavio Marini, Gianluigi Langella-ortopedico-Napoli, Claudia Camorani-project optimizer-Roma, Lucilla Drommi, Virginia Looz-insegnnte-Napoli, Maria Teresa Zilembo-esperta in floriterapia-Firenze, Eugenio Di Meglio, Giuseppina Saccone-cyber upcycler-Napoli, Nunzia   Corbi-Skipper-Napoli, Ciro Raimondo-soccer talent scout-Napoli, Andrea Raimondo-insegnante educazione fisica-Napoli,Giulio  Raimondo-chef-Sydney, Graziella Pica-World Hotels-Milano, Maurizio Imparato-crowfunding specialist-Napoli, Carmen Ferrara- Gyrokinesis trainer-Napoli, Berenice Jenkins, Euridice Grassi- artista gioielli-Napoli, Tiziana Palumbo-Napoli, Doriana Napoli-PVC upcycler-Napoli, Antonella Dicuonzo-Napoli, Maria Silvestri-gioielli in upcycling a tema musicale-Napoli, Maria Sarah Papillo-blogger e giornalista-Napoli, Rosita Garofalo-knitter-Napoli Massimiliano Maresca-Como,Roberta Mazzone-fotografia,   Teresa Farnesi, Rosario DeSimone-sandals maker-Roma, Loredana Colonna-insegnante-Napoli, Francesca Barbati-insegnante-Napoli, Raffaella Romano-beauty center owner-Napoli, Armando Mazzone-CEO Etiplastik snc, Bianca De Marco-Napoli, Lisa De Luca-shatzu-Napoli, Rosi Mascolino-Insegnante-Monza, Marina Andreola-architetto-Napoli,           Carlo William Rossi-fotografia-Napoli, Carmel  Brown-Sydney,  Angela Giorgio-Napoli, Sara Bocchetti-Napoli, Fabio Caputi-viaggiatore e sperimentatore-Napoli, Andrea Maresca-statistico-Roma, Angelo Ligrone-ingegnere-Cina, Monica Iacapraro-Fashion Designer-Napoli, Paola Lombardo-Napoli, Antonella Gargano-Mamma e moglie-Napoli, Brunella Pica-agronoma-Napoli, Carla Vegnente-insegnante-Napoli, Lia Macchi-contabilità Nato-Napoli , Alessandra Avolietto-knitter-Napoli, Ursula Buffolino-B&B tender-Sorrento, Francesco Garenna-MUA-Napoli, Salvatore Fonzo-founder&CEO YouareUMagnetic We<r-Napoli, Maria Elena Meli-insegnante -Salerno, Sara Autuori-laureanda-Napoli, Mariolina Formisano-Assessore Commercio-Ambiente presso IV Municipalità Comune di Napoli, Annalisa Tortora-docente presso Istituti Callegari- Napoli,Accademia Del Lusso – Scuola di Moda e Design e Martin Gala Boutique immagine consultante personal shopper-Napoli, Imma Capasso- ristoratrice “Da Alfredo”-Napoli, Linda Suarez-Giornalista presso PinkLifeMagazine eDirettore presso PinkLifeMagazine, Stefano Nasti-amministratore Fashionaires Italy-Canon Assistance-Naples, Marianna De Riggi-insegnante Accademia del Lusso-Napoli, Giulia Simone- commercialista-Napoli, Cecile Mazzone-laurenda Cà Foscari-Venezia, Ottavio Assante-Napoli, Teresa Esposito-Napoli, Antonio Lupo-avvocato-Napoli, Miriam Rebhun-insegnante e scrittrice-Napoli, Cristina Carandente-artista-Napoli, Emilia Messina-insegnante-Napoli, Gabriella D’Amato- perfume consultant c/o Bruno Acampora-Napoli, Consiglia Solombrino-Napoli, Raffaella Pastore-insegnante e total recler, Annalaura Gaudino fashion blogger-Napoli,Francesca Beyouty Ragone-Founder, CEO & Personal Lookmaker presso Beyouty Lookmaker-Salerno , Mary Solombrino-Napoli, Viviana Falace-Founder / Editor / Director presso pressoVimagazine KIDS, Presidente pressoViGroup, International Social Art Association e Founder / Editor / Director presso ViMagazine, Pucci Nerina Minetti-Napoli, Tiziana Rocca-redattrice e knitter-Napoli, Tiziana D’Alessio-Ney York, Mauro Squillante-maestro mandolinista-Napoli, Valentina Cervo-Docente presso Istituti Callegari- Napoli,Docente presso Accademia Del Lusso – Scuola di Moda e Design e Fashion Designer/Creative Director presso Valentina Cervo, Paola Russo-Titolare presso Tentakoli-Napoli, Aniello Nasti-fashion designer- Roma.

ringraziamenti

ecco i fan, i raiser !

Vitritians !

Vitritians !

Dalla Sartoria al Coworking

By | Press, Storia del Costume | No Comments

Racconti tra due sognatori che sono anche padre e figlia

Sartoria Visone – Intervista a Lello Visone

Cos’è la Sartoria Visone?

Un luogo dove convivevano: tecnica, passione, arte e tradizione napoletana. I nostri primi clienti erano gli ufficiali e sottufficiali dell’esercito italiano seguendo tutti gli aspetti dall’abito agli accessori quali stivali,  cappelli, camicie e sciabole. Eleganza e personalizzazione erano fondamentali nel creare abiti per ufficiali spesso al comando di spedizioni o amministrazioni nelle colonie italiane o missioni internazionali che prima di partire avevano cura di prepararsi l’intero guardaroba di lino.

Fummo amati subito anche dalla borghesia napoletana.

Read More

Radio Alice

By | Storia del Costume | No Comments

“Raccontaci le tue avventure ( disse il grifone )

“potrei raccontarle incominciando da stamattina, perché è inutile raccontarvi quelle di ieri … ieri ero un’altra !” ( Alice )

Non ho vissuto attivamente gli anni 70, ero una bambina però ricordo guerre fredde tra frange ben definite. Ricordo la paura di dover parlare di politica perché il confronto era stridente e partivano le azioni di forza … diciamo cosi. Non ero neanche pronta, non sò se lo sono ancora ma ora i miei sensi non mi fanno tanto male …  la nostra educazione ci ha limitati .

“Mi fanno male gli occhi” – ” Perché non li hai mai usati.”

“The Matrix” cit.Neo – Morpheus

A cosa le serve un telefono se non può parlare ?

“The Matrix” cit. Mr.Smith – Neo Read More

Mary Quant Tribute

By | Fashion, Storia del Costume | No Comments
“High Priestess of Sixties Fashion”
MARY QUANT

Nasce l’11 febbraio del 34 nella capitale del Paese più conformista d’Europa, Londra.

Lascia la famiglia a 16 anni e con due amici vive la vita in libertà ed a casaccio. Con i soldi ereditati da uno dei due amici comprano una casa fronte strada e ne fanno un locale con sopra una boutique che diventa punto di riferimento dei ragazzi che vogliono rompere il formalismo inglese. In una città cosi rigida i giovani devono comunicare in maniera estrema e quindi arrivano li ragazzi dai capelli lunghi e stranamente vestiti, ragazze in minigonna e la musica dei Beatles ne è la colonna sonora. La curiosità attira gente del mondo del cinema, del teatro, dell’arte. E’ la Swinging London di cui ne è icona. Sarà ricordata come inventrice della minigonna che fece indossare alla parrucchiera di 17 anni “Twiggy” facendola rimbalzare su tutte le copertine patinate.  Andrè Courrèges, che nel 1964 aveva presentato abiti corti e linee a trapezio, rivendicherà il copyright della minigonna. Mary Quant affermerà: “Le vere creatrici della mini sono le ragazze, le stesse che si vedono per la strada“, d’altronde lei oggi sarebbe stata una cool hunter !

Il taglio di capelli per la quale viene ricordata le fu studiato da Vidal Sassoon.

Nel 1966, riceve dalle mani della regina Elisabetta, l’onorificenza di Cavaliere della Corona Britannica, che l’anno prima era stato dato ai suoi idoli: i Beatles.

Lo stile di Mary Quant e Vidal Sassoon, fù molto influenzato dall’esplosione della corrente artistica dell’Optical Art.

L’Op Art , arte grafica del più grande movimento cinetico, riprende la ricerca del Bauaus e la concretezza del Futurismo . Si basa sul rigore del colore, del contrasto. L’intento degli artisti che si esprimono in modo più estremo, è quella di stimolare il coinvolgimento dell’osservatore e di indurre all’instabilità percettiva. “

Bene, detto questo si può capire quanto io sia affascinata da questa icona nata il mio stesso giorno, che ha vissuto collaborando ad un periodo cosi vivo artisticamente, periodo in qui sono nata ma di cui posso aver vissuto segnali. Protagonista nei giorni della rivoluzione nel campo della moda, scatenando il senso massivo delle tendenze, dando in pasto a tutti la possibilità dell’alta moda ( I” High fashion for the masses ” ), un concetto direi molto acquariano.

Il suo impero esplose con la minigonna nel 65 ( mio anno di nascita ) e nel 69 lanciò  l’effetto ” Hot Pants “, capi di abbigliamento che ebbero una risonanza a tappeto in tutto mondo occidentale.

Mary Quant ha avuto la fortuna di vivere un epoca di cosi tanti stimoli e cose da rivendicare ed urlare. Io ho vissuto in particolare gli anni 80, anni di eccesso stilistico, di nascita del concetto dello stilista a portata dei media e non di pochi. Tante cose nel concetto di stile e trend sono state dette, cosa dire più se non reinterpretarsi e reinterpretare quanto è stato detto tramite grandi icone il quale messaggio è ben chiaro.

La Swinging London sicuramente ha messaggi forti ed affascinanti ed attraverso Mary Quant che concentra grandi incontri e collaborazioni, è entusiasmante rivedere cosa siamo adesso noi e la ns società.

Ho elaborato il mio omaggio alla Sacerdotessa ed alla Op Art,  integrando cosi la mia capsule Arte . La capsule Arte prevede anche … KIDs !

Ed a voi quale immagine resta del periodo ? Presto preview ! ed ora …..

Stay Connected on #Vitrizia !

Shooting Team :

ph Giuseppe Morales Volpe

styling Michele Esposito

Model Elisabeth Yadyhina

Mua Raffaella Greco

Assistant Giuseppe Palumbo

Location Up Studio

Swinging London

Mary Quant in “Indovina chi sono “

interview to Mary Quant

Twiggy dancing during the shootings

L’uomo che cambio il mondo con un paio di forbici.